Provincia di Lucca - Servizio Politiche Sociali

Vai ai contenuti

Inizio contenuti

Minori e famiglie: Attività realizzate

Protocollo d'intesa tra le Province di Pisa, Livorno, Massa Carrara, Lucca e L'Associazione Pisana Amici del Neonato

E' stato sottoscritto da parte dell’Amministrazione Provinciale di Lucca il Protocollo d’intesa tra le Province di Pisa, Livorno, Massa Carrara, Lucca e L’Associazione Pisana Amici del Neonato al fine di sostenere e finanziare le attività della Casa Alloggio “L’isola che c’è”.
Il Protocollo ha il fine di fornire un servizio ai nuclei familiari dei bambini ricoverati presso l’U.O. Neonatologia di Pisa perseguendo l’obiettivo di promozione della salute, quale intervento globale ad alta integrazione socio-sanitaria.
Gli obiettivi del progetto, oltre all’accoglienza delle madri dei bambini, nati pretermine o con patologie, ricoverati presso l’U.O. di Neonatologia nella struttura della casa-alloggio, comprendono il miglioramento della qualità della vita del neonato all’interno del reparto, con la riduzione dei tempi di ricovero, l’attuazione di dimissioni precoci, protette ed assistite, il sostegno psicologico e sociale al nucleo familiare, la valorizzazione della relazione genitore/figlio, oltre la valorizzazione e il sostegno alla coppia genitoriale, l’informazione e l’orientamento per l’accesso ai servizi sociali territoriali anche in casi di particolare problematicità del nucleo familiare, l’orientamento sul territorio di provenienza soprattutto in presenza di patologie alla nascita, l’attivazione di reti primarie e secondarie, il miglioramento del rapporto di relazione dei nuclei familiari con il personale medico ed infermieristico.


QUESTO IL TESTO DEL PROTOCOLLO:


LE PROVINCIE DI PISA, LIVORNO, MASSA CARRARA, LUCCA
E
L’ASSOCIAZIONE PISANA AMICI DEL NEONATO


Premesso che
§ Le Province di Pisa, Livorno,Lucca e Massa Carrara, nella programmazione delle Politiche Sociali, perseguono finalità di miglioramento per la qualità della vita di tutti i cittadini e ne stimolano la partecipazione coinvolgendoli anche attraverso le associazioni e le varie forme di organizzazione sociale nella definizione di specifici obiettivi mirati, in funzione delle diverse esigenze evidenziate.
§ L’U.O. di Neonatologia dell’Ospedale S.chiara di Pisa, in quanto struttura di terzo livello in grado di fornire cure intensive e/o sub-intensive per neonati di età gestionale inferiore a 32 settimane o con peso inferiore a 1250 g, accoglie i bambini nati con alto grado di prematurità e/o patologie alla nascita per l’Area vasta delle Province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara.
§ nell’anno 2005 su un totale di n. 2048 nati, 229 sono nati pretermine, prematuri o con patologie alla nascita. Di questi ultimi 102 sono stati seguiti con le loro famiglie dall’Associazione Pisana Amici del neonato con il Progetto “La cura del Neonato e della sua famiglia e le madri accolte nella struttura “L’Isola che c’è”, con una durata variabile di soggiorno.
§ Gli utilizzatori provengono dalla Provincia di Livorno per un totale di n.1045 giorni di degenza; dalla Provincia di Pisa per un totale di n.529 giorni di degenza; dalla Provincia di Lucca per un totale di n. 562 giorni di degenza; dalla Provincia di Massa Carrara per un totale di n.140 giorni di degenza.

Considerato che L’A.P.A.N.- Associazione Pisana Amici del neonato, con sede a Pisa, presso l’Ospedale S.Chiara – Via Roma,67 – iscritta al n.235 del Registro Regionale del Volontariato sezione di Pisa, nell’ottica di sviluppare un sostegno alle famiglie con genitori di bambini ricoverati presso il Reparto di Neonatologia di Pisa, ha promosso un progetto che prevede forme integrate di assistenza ai nuclei familiari di bambini nati pretermine o con patologie alla nascita e ricoverati presso il reparto di Neonatologia di Pisa con la realizzazione di una Casa Alloggio per ospitare le madri che non vogliono lasciare il loro bambino. La casa alloggio è situata presso l’Ospedale S.Chiara di Pisa e dispone di 9 posti letto, nella forma di struttura semi-gestita.

Considerato altresì che gli obiettivi del progetto, oltre all’accoglienza delle madri dei bambini ricoverati presso l’U.O. di Neonatologia nella struttura della casa-alloggio, comprendono il miglioramento della qualità della vita del neonato all’interno del reparto, con la riduzione dei tempi di ricovero, l’attuazione di dimissioni precoci, protette ed assistite, il sostegno psicologico e sociale al nucleo familiare, la valorizzazione della relazione genitore/figlio, oltre la valorizzazione e il sostegno alla coppia genitoriale, l’informazione e l’orientamento per l’accesso ai servizi sociali territoriali anche in casi di particolare problematicità del nucleo familiare, l’orientamento sul territorio di provenienza soprattutto in presenza di patologie alla nascita, l’attivazione di reti primarie e secondarie, il miglioramento del rapporto di relazione dei nuclei familiari con il personale medico ed infermieristico.

Considerato il comune intendimento delle Province dell’Area Vasta di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara di sostenere e potenziare le attività della casa-alloggio gestita dall’APAN all’interno dell’Ospedale di S.Chiara di Pisa, alfine di fornire un servizio ai nuclei familiari dei bambini ricoverati presso l’U.O. Neonatologia di Pisa perseguendo l’obiettivo di promozione della salute, quale intervento globale ad alta integrazione socio-sanitaria

Tutto ciò premesso e considerato, si conviene e si stipula quanto segue

Art. 1
(Impegni specifici)
Le Province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara, in attuazione degli obiettivi descritti in premessa, concordano di sostenere e finanziare le attività della casa-alloggio gestita dall’APAN Associazione Pisana Amici del Neonato – con sede in Pisa, presso l’Ospedale S.Chiara – Via Roma,67 , iscritta al n. 235 del Registro Regionale del Volontariato – Sezione di Pisa, posta all’interno dell’Ospedale di S.Chiara di Pisa, alfine di fornire un servizio ai nuclei familiari dei bambini ricoverati presso l’U.O. Neonatologia di Pisa perseguendo l’obiettivo di promozione della salute, quale intervento globale ad alta integrazione socio-sanitaria, attraverso il cofinanziamento del progetto e la promozione e diffusione, sui propri territori di competenza, delle informazioni delle attività realizzate dall’APAN necessarie alle madri dei bambini ricoverati presso il Reparto di Neonatologia di Pisa.

Art. 2
(localizzazione)
Il Progetto di Casa-Alloggio per le madri dei bambini ricoverati presso il Reparto di Neonatologia di Pisa è realizzato presso la sede della Casa-Alloggio posta all’interno dell’Ospedale S.Chiara di Pisa, Piazzale degli Spedalinghi.
Le attività di promozione e diffusione delle informazioni inerenti la Casa-Alloggio e le attività previste dal Progetto saranno attuate presso tutte le strutture sanitarie e ospedaliere preposte, nonché presso tutti gli ambulatori medici interessati e le organizzazioni di categoria delle Province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara.

Art. 3
(Funzioni dei soggetti sottoscrittori)

Ciascuna Provincia sottoscrittrice del protocollo:
1. svolge funzioni di coordinamento e monitoraggio del progetto, verifica l’andamento delle attività e la qualità degli interventi realizzati presso la Casa-Alloggio, promuove iniziative di diffusione dei risultati, coordina le intese tra i soggetti sottoscrittori e il soggetto attuatore del progetto.
2. Per la realizzazione delle attività previste dal progetto di cui al presente atto le Province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara concorrono con propri finanziamenti a sostenere l’attività dell’Associazione APAN. Le risorse annualmente saranno stanziate sulla base della disponibilità di ciascun bilancio e successivamente liquidate da ciascun Ente nell’ambito massimo dell’importo versato, dietro presentazione di idonea documentazione contabile e delle attività svolte.
L’APAN Associazione Pisana Amici del Neonato – con sede in Pisa, presso l’Ospedale S.Chiara – Via Roma,67 , iscritta al n. 235 del Registro Regionale del Volontariato – Sezione di Pisa, posta all’interno dell’Ospedale di S.Chiara di Pisa sottoscrittrice del protocollo:
3. trasmette, entro il secondo semestre di durata del seguente protocollo, agli Enti sottoscrittori l’andamento delle attività e la qualità degli interventi realizzati presso la Casa-Alloggio, diffonde i risultati tra i soggetti sottoscrittori.
4. rendiconta annualmente agli Enti finanziatori le spese sostenute attraverso presentazione di idonea documentazione contabile e delle attività svolte.

Art. 4
(Durata)
Il presente protocollo ha validità di un anno decorrente dalla data di sottoscrizione. Qualora una delle parti firmatarie non intenda rinnovare il protocollo ne dovrà dare comunicazione scritta agli altri soggetti sottoscrittori almeno un mese dalla data di naturale scadenza. In assenza di tale comunicazione il protocollo si intenderà rinnovato per l’anno successivo.


Per la Provincia di Pisa
L’Assessora alle Politiche sociali



Per la Provincia di Lucca
il Presidente della Provincia
dott. Stefano Baccelli


Per la Provincia di Livorno
L’Assessore alle Politiche sociali


Per la Provincia di Massa Carrara
L’Assessore alle Politiche sociali



Per l’Associazione APAN
Il legale rappresentante

Scarica l'allegato

 

Torna alla lista delle attività

Torna all'inizio dei contenuti