Provincia di Lucca - Servizio Politiche Sociali

Vai ai contenuti

Inizio contenuti

Il Progetto Casa Alloggio

La Provincia di Lucca, in collaborazione con le Province di Pisa, Livorno, e Massa Carrara, sta sostenendo, dal 2002, il progetto “La cura del Neonato e della sua famiglia" di cui fa parte anche la Casa Alloggio denominata " L'Isola che c'è" per l'accoglimento delle madri di bambini ricoverati presso il reparto di neonatologia dell'Ospedale di Pisa, promosso dall'Associazione Pisana Amici del Neonato di Pisa, che non ha fini di lucro.

L'obiettivo è quello di incidere positivamente sulle problematiche non solo sanitarie, ma soprattutto sociali, legate alla nascita di bambini prematuri o con patologie alla nascita, e sull'esigenza di attuare iniziative di sostegno all'intero sistema famiglia strutturando interventi a questa rivolti.

L'U.O. di Neonatologia dell’Ospedale S.Chiara di Pisa, in quanto struttura di terzo livello in grado di fornire cure intensive e/o sub-intensive per neonati di età gestionale inferiore a 32 settimane o con peso inferiore a 1250 g, accoglie i bambini nati con alto grado di prematurità e/o patologie alla nascita per l’Area vasta delle Province suddette.

Nella Casa Alloggio "L'ISOLA CHE C'E'" nell'anno 2006 sono state accolte, con una durata variabile di soggiorno, 100 madri per un totale di 455 giorni di degenza complessiva.Le mamme provenienti dal territorio della Provincia di Lucca sono state 21 per un totale di 64 giorni di degenza.

Dal 2002 al 2006 si è registrato un aumento del numero di mamme lucchesi che sono state ospiti della Casa Alloggio, passando da n.6 a n. 21. Tale aumento è ipotizzabile che sia dovuto ad una maggiore conoscenza de " L'ISOLA CHE C'E'".

Nella Casa Alloggio vi operano un'operatrice specializzata che cura l’accoglienza e la gestione della casa, due assistenti sociali che seguono i percorsi di aiuto attraverso il couseling, il sostegno e i percorsi dalla dimissione al territorio e una psicologa relazionale per gli interventi terapeutici. Le attività, oltre alla gestione di gruppi di self help e colloqui informativi e di sostegno, sono rivolte anche alle donne ricoverate nell’UO di Ostetricia e Ginecologia per problemi sanitari connessi a gravidanze a rischio.

Da febbraio 2006 è stato avviato all’interno de “L’Isola che c’è” il progetto “La stanza dei girasoli” ovvero un “punto tiralatte” per consentire alle mamme ospiti della casa alloggio di tirarsi il latte in un ambiente non ospedaliero, con assistenza continuata e riduzione di stress.

Gli obiettivi del Progetto, oltre l'accoglienza delle madri, comprendono il miglioramento della qualità della vita del neonato all'interno del reparto, con la riduzione dei tempi di ricovero, l'attuazione di dimissioni precoci, protette ed assistite, il sostegno psicologico e sociale al nucleo familiare, la valorizzazione della relazione genitore/figlio, il sostegno alla coppia genitoriale, l'informazione e l'orientamento per l'accesso ai servizi sociali territoriali anche in casi di particolare problematicità sociale del nucleo.

Si precisa che la Casa Alloggio è collocata presso l'Ospedale S. Chiara di Pisa e dispone di 9 posti letto, nella forma della struttura semi-gestita.

E' stato sottoscritto il PROTOCOLLO D'INTESA TRA LE PROVINCIE DI PISA, LIVORNO, MASSA CARRARA, LUCCA E L’ASSOCIAZIONE PISANA AMICI DEL NEONATO a sostegno del Progetto

E' possibile consultare la relazione inerente le attività della Casa Alloggio "L'isola che c'è" redatta dall'Associazione Pisana Amici del Neonato relativa all'anno 2005.
DATI RELATIVI ALLA CASA ALLOGGIO "L'ISOLA CHE C'E'" aggiornati all'anno 2006.

Torna all'inizio dei contenuti